Router

Un Router è un dispositivo fisico di rete che facilita e stabilisce una connessione tra una rete locale e Internet passando informazioni da e verso le reti a commutazione di pacchetto.[1] Svolge questa funzione attraverso l'analisi dell'intestazione di un pacchetto di dati che contiene l'indirizzo IP di destinazione del pacchetto.[2] In base al pacchetto dati, il router determina il percorso più efficiente verso l'indirizzo di destinazione. In poche parole, un router instrada le informazioni tra le reti collegate.

Funzionalità

Fisicamente, un router è collegato al modem e ad altri dispositivi. Il router crea una rete privata ricevendo i dati Internet dal modem, che è dotato di una connessione via cavo, DSL o altre connessioni cablate da un fornitore di servizi Internet. I router hanno diverse porte da cui è possibile effettuare connessioni verso i dispositivi per distribuire la connessione internet. Mediando la connessione tra i modem e i dispositivi in una rete locale, il router facilita la comunicazione con Internet e all'interno della rete. Il router fornisce connessioni a livello di rete di un sistema e quindi funziona sul terzo livello del modello OSI.

Questo dispositivo funge anche da Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP) distribuendo indirizzi IP privati ai dispositivi collegati in rete.[3] I router per la casa o l'ufficio hanno un indirizzo privato o locale che viene preso da una gamma riservata di indirizzi IP. I dispositivi all'interno della rete possono avere un indirizzo IP privato identico a quello dei dispositivi di una casa vicina. Ciò non costituisce un problema in quanto i dispositivi sono collegati separatamente a router distinti con un indirizzo IP pubblico specifico. Pertanto, un indirizzo IP privato funziona solo se un router è in grado di identificare un dispositivo.

I router si basano su una tabella di routing per identificare a dove deve essere inoltrato un pacchetto di dati. Le tabelle di instradamento contengono informazioni sulla destinazione, il prossimo hop, l'interfaccia, le metriche e i percorsi, che possono essere utilizzati per guidare il pacchetto di dati attraverso le linee di comunicazione e verso la sua destinazione.[4]

  1. Destinazione - I pacchetti di dati contengono un'intestazione che contiene l'indirizzo IP della destinazione finale. Questa informazione è di vitale importanza in quanto indica dove deve essere consegnato il pacchetto.
  2. Next Hop - In base all'indirizzo IP di destinazione sull'intestazione del pacchetto di dati, il hop successivo si riferisce a dove i dati devono essere inoltrati al successivo, al fine di raggiungere la sua destinazione.
  3. Interfaccia - Si riferisce al tipo di interfaccia di rete da implementare per l'invio del pacchetto di dati alla prossima destinazione.
  4. Metrico - Si riferisce all'efficienza dei possibili percorsi del pacchetto dati. Questo viene calcolato in modo da assegnare il pacchetto dati alla linea più efficiente ed economica.
  5. Rotte - Si riferisce alle linee attraverso le quali i dati possono viaggiare per raggiungere l'indirizzo di destinazione.

Ci sono 2 metodi per mantenere e mantenere in ordine le tabelle di routing. Questo può essere fatto in modo dinamico o statico. Il metodo statico prevede la manutenzione manuale delle tabelle di fresatura. D'altra parte, i router dinamici scambiano automaticamente informazioni con i dispositivi attraverso diversi protocolli di routing. Sulla base di tali informazioni, le tabelle di routing vengono aggiornate automaticamente. Il routing dinamico viene anche chiamato adaptive routing. I diversi protocolli di routing che i router dinamici applicano per includere quanto segue:[5]

  • Border Gateway Protocol (BGP) - Questo protocollo si basa su edge router. Le informazioni di instradamento sono scambiate tra i router marginali tra le reti per aggiornare l'efficienza in termini di costi dei percorsi disponibili per i pacchetti di dati.[6] Indirizzando i dati verso sistemi autonomi, ogni router è in grado di aggiornare la propria tabella di routing.
  • Enhance Interior Gateway Routing Protocol (EIGRP) - Si tratta di una variazione migliorata dell'IGRP. Si basa fondamentalmente sulla comunicazione costante tra router vicini, poiché ogni router contiene una copia delle tabelle di instradamento vicine.
  • Exterior Gateway Protocol (EGP) - Si tratta di un insieme di norme e linee guida per lo scambio di dati tra router vicini all'interno di reti autonome. Spesso viene applicato dai router internet per aggiornare le tabelle di routing.[7]
  • Interior Gateway Routing Protocol (IGRP) - Si tratta di 2 protocolli principali IGRP che sono comunemente utilizzati nel settore:[8]
  • Open Shortest Path First (OSPF) - Questo protocollo ha lo scopo di spostare il traffico e trasmettere dati all'interno di una grande rete autonoma. Eventuali modifiche o nuovi dati nella tabella di routing vengono automaticamente distribuiti ad altri router di rete OSPF.[9] Questo sistema consente di individuare facilmente il percorso più efficiente per la trasmissione dei dati.
  • Routing Information Protocol (RIP) - Un altro tipo di IGP è il RIP. Un router distribuisce i dati della tabella di routing ai router vicini a intervalli di 30 secondi.[10] Questo mantiene automaticamente le tabelle di routing e le mantiene aggiornate.

Tipi

Tutti i router svolgono la funzione di base di ricezione e trasmissione dei dati tra Internet e i dispositivi locali collegati in rete. Tuttavia, esistono diversi tipi di router in base a come si collegano ai dispositivi o a come funzionano all'interno di una rete. In particolare, i tipi di router comunemente disponibili includono:[11]

Brouter

Un router B è noto anche come bridge router. È un dispositivo di rete che funziona sia come bridge che come router. Sia un bridge che un router collegano le reti, tuttavia, il bridge di rete comporta il collegamento di 2 reti separate per consentire loro di funzionare come un'unica rete coesiva. Mentre un router fornisce una connessione che mantiene entrambe le reti come singole reti private.

Core router

Un core router stabilisce una connessione di rete e facilita la trasmissione dei dati all'interno della rete privata. I core router funzionano all'interno del core o all'interno della rete e non sono in grado di inviare o ricevere dati all'esterno. La distribuzione dei dati è limitata all'interno della rete, poiché questo tipo di router non è in grado di effettuare lo scambio di informazioni con altri sistemi.

Pantografo

Un edge router è responsabile dei trasferimenti di dati di conduzione tra reti multiple. A differenza del core router, il edge router non facilita lo scambio di pacchetti di dati all'interno di una rete privata, ma gestisce invece la trasmissione dei dati ad altri sistemi di rete separati.

Router virtuale

Generalmente, un router virtuale è costituito da un software che consente a un dispositivo di funzionare come un normale router fisico. È in grado di funzionare con l'utilizzo di un Virtual Router Redundancy Protocol (VRRRP).

Router senza fili

Un router wireless mantiene ancora una connessione cablata al modem dove riceve i segnali di dati Internet. Tuttavia, non è necessario un collegamento via cavo dal router ai dispositivi collegati alla rete. Un router wireless utilizza antenne che inviano onde radio o infrarossi che trasportano i pacchetti di dati. L'esempio più comune di router wireless sono i router wi-fi domestici che sono ampiamente utilizzati in uffici e case residenziali.

Router cablato

I router cablati hanno un minimo di 2 connessioni cablate. In primo luogo, la connessione dal modem al router stesso. Qui è dove il router riceve o invia pacchetti di dati da e verso il modem, che a sua volta è anche collegato ad un ISP. Un'altra connessione è quella con i dispositivi collegati in rete. Più dispositivi sono in grado di collegarsi a un router, a seconda del numero di porte disponibili.

Storia

L'uso dei router si può risalire fino al 1969, quando il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha istituito la Advanced Research Projects Agency Network. Conosciuta come ARPANET, questa rete si avvaleva di Interface Message Processors (IMP) che utilizzava un metodo di trasferimento dati a commutazione di circuito per eseguire la prima rete di pacchetti di dati.[12] Solo nel 1974 è stato sviluppato il primo router standard. Un'ulteriore innovazione per creare 3 router basati su PDP-11 nel 1976 ha aiutato nella formazione di una versione prototipo di Internet che conosciamo oggi. Da allora, i mini-computer sono stati spesso utilizzati, fino agli anni '80, per funzionare come router in una rete.

Problema comune

Un punto comune di confusione è la differenziazione tra modem e router. In una normale configurazione domestica, entrambi sono dispositivi che aiutano a collegare il computer a Internet. Tuttavia, ciascuno di essi ha le proprie funzioni specifiche. Un router è un dispositivo che consente ad altri dispositivi, come computer, smartphone o tablet, di connettersi alla stessa rete. [13] Quando un dispositivo è collegato a un router, ora appartengono a una rete privata. Un modem è diverso da un router poiché non stabilisce le connessioni all'interno della rete, ma piuttosto collega la rete all'ISP. Il modem è responsabile dell'accesso a Internet, mentre un router distribuisce tale accesso ai dispositivi collegati.[14]

Recentemente, gli ISP hanno sviluppato dispositivi Modem-Router ibridi che svolgono entrambe le funzioni. Combinando 2 dispositivi con funzioni cooperative in un unico dispositivo, il processo di configurazione è stato semplificato.


  1. https://www.lifewire.com/what-is-a-router-2618162 ↩︎

  2. https://searchnetworking.techtarget.com/definition/router ↩︎

  3. https://www.lifewire.com/what-is-dhcp-2625848 ↩︎

  4. https://searchnetworking.techtarget.com/definition/routing-table ↩︎

  5. https://searchnetworking.techtarget.com/definition/adaptive-routing ↩︎

  6. https://searchnetworking.techtarget.com/definition/BGP-Border-Gateway-Protocol ↩︎

  7. https://searchnetworking.techtarget.com/definition/EIGRP ↩︎

  8. https://searchsecurity.techtarget.com/definition/IGP ↩︎

  9. https://searchnetworking.techtarget.com/definition/Routing-Information-Protocol ↩︎

  10. https://www.computerhope.com/jargon/r/router.htm ↩︎

  11. https://itstillworks.com/different-types-routers-8594987.html ↩︎

  12. https://www.techopedia.com/definition/2277/router ↩︎

  13. https://pc.net/helpcenter/answers/difference_between_router_and_modem ↩︎

  14. https://www.howtogeek.com/234233/whats-the-difference-between-a-modem-and-a-router/ ↩︎