DNS

Il Domain Name System è una raccolta organizzata di nomi di dominio e del corrispondente indirizzo IP che specifica il nodo da dove è ospitato il sito web.[1] Questo funziona proprio come una directory che permette agli utenti di inserire un indirizzo web chiamato nel loro browser invece dell'indirizzo IP designato per quel sito. Tutti gli utenti internet sono collegati ai server DNS che mappano i nomi a dominio all'indirizzo IP assegnato attraverso un processo noto come DNS Name Resolution.[2] I server DNS sono in grado di recuperare sistematicamente queste informazioni in quanto il database DNS è organizzato gerarchicamente attraverso un albero di nomi a dominio che si suddividono in diverse zone. [3]

Nome a dominio

I dispositivi si affidano alla risoluzione DNS per trovare l'indirizzo IP di un sito web specifico. Si tratta di un processo di mappatura che si basa sulle 3 parti di un nome a dominio[4] , che includono:

Dominio di terzo livello

Si riferisce al sottodominio, la parte del nome di dominio che appare prima del dominio di secondo livello. Il dominio di terzo livello più comune è wwww.

Dominio di secondo livello

Questa è la parte specifica del nome a dominio. È la parte del nome di dominio che le persone, cercando di creare un sito web unico, si registrano. Il dominio di secondo livello funziona per differenziare un sito dagli altri.

Dominio di primo livello

Abbreviato come TLD, si riferisce al più alto livello di organizzazione su Internet. I server TLD ospitano i server autoritativi basati su questa organizzazione. 2 tipi di TLD sono identificabili:

  • Generico - .com, .net, .org
  • Prefisso internazionale - .uk, .de, .au

Risoluzione DNS

Sulla base di queste parti di un nome di dominio, la risoluzione DNS si basa anche su 4 componenti del sistema:

Ricorritore DNS

Il recursor DNS viene anche chiamato resolver DNS. Questo è il server responsabile della ricezione delle richieste di informazioni dai computer client tramite applicazioni, come i browser Internet.

Server dei nomi delle radici

Ci sono 13 root server distribuiti strategicamente in tutto il mondo. Funziona per reindirizzare il recursore DNS al server dei nomi TLD. Molto simile a un indice che funge da riferimento per localizzare l'indirizzo IP di un host di un sito.

Server di nomi di dominio di primo livello (TLD)

Sulla base del TLD del nome di dominio, i server di nomi TLD differenziano i siti web che terminano in .com, .net e .org. Il server dei nomi TLD reindirizza quindi il recursor al server dei nomi autoritativi appropriato.

nameserver autorevole

I server di nomi TLD hanno server di nomi autorevoli che possono recuperare l'indirizzo IP specifico per un nome di dominio web.

Attraverso questi componenti, un utente può accedere a un sito web semplicemente digitando il nome del sito web. Il processo di risoluzione del DNS è ulteriormente suddiviso in queste fasi:

  1. Un utente inserisce un nome di dominio nel browser web.
  2. Il dispositivo contatta e interroga il recursore DNS. I recursori DNS possono avere l'indirizzo IP del sito memorizzato nella loro banca dati.
  3. Se le informazioni non sono già presenti nel loro sistema, il DNS interroga i root name server DNS, che a loro volta li reindirizzano al server TLD designato in base al TLD del sito web.
  4. Ogni TLD ha il proprio set di server di nomi. Essi riferiscono il recursor al server di nomi autoritativo basato sul dominio di secondo livello e il recursor interroga il server di nomi autoritativo di riferimento.
  5. Il recursor recupera i dati e memorizza il record nella sua cache locale. Poi invia l'indirizzo IP al vostro computer che legge e passa l'indirizzo IP al vostro browser.
  6. Il tuo browser è ora in grado di accedere al sito web.

Tipi di query DNS

Ci sono 2 domande principali che si verificano durante la risoluzione del DNS.

Domanda ricorsiva

La query ricorsiva è il primo tipo di query che si verifica quando un dispositivo client tenta di accedere a un sito web. A condizione che il dispositivo non abbia già memorizzato il dispositivo IP nel suo sistema di cache, invia una query ricorsiva al recursore DNS locale. Questo tipo di query pone la responsabilità di trovare l'indirizzo IP per il dominio web sul recursor DNS. A sua volta, il recursor contatta altri server DNS per cercare i dati.

Interrogazione iterativa

Una query iterativa è quella che si verifica tra i server DNS. Quando un recursor DNS locale contatta un server di nomi root, un server di nomi TLD o un server di nomi autoritativi, invia una query iterativa. Il server ricevente non ha la responsabilità di cercare l'indirizzo IP, ma dovrà solo rispondere con informazioni che aiuteranno il recursor a localizzare l'indirizzo IP. Questa forma di interrogazione è importante in quanto previene il sovraccarico degli altri server DNS che si rivolgono a tutti gli utenti internet e rende il sistema dipendente dal recursor DNS locale che si rivolge ad un gruppo molto più piccolo.

Tipi di record DNS[5]

Tipo di registrazione DNS Acronimo Definizione
Un record A Host Record per IPv4; definisce l'indirizzo IP di un host.
Quad-A Record AAAAA Host Record per IPv6; definisce l'indirizzo IP di un host.
Record Alias Nome Funzioni per reindirizzare un nome di dominio verso un altro dominio.
Record Scambiatore di posta elettronica MX Determina il nome host di un server di posta.
Registrazione della posizione di servizio SRV Consente agli utenti di trovare un servizio specifico
Nome Server Record NS Puntare gli utenti ad altri server DNS
Inizio dell'Autorità SOA Contiene dati in una zona DNS che fornisce informazioni amministrative su quella zona e altri record DNS.
Puntatore di ricerca inversa Record del puntatore PTR Consente agli utenti di effettuare una ricerca inversa dove forniscono l'indirizzo IP e recuperano il nome dell'host.
Registrazione del certificato CERT Registri relativi ai certificati e relativi elenchi di revoca dei certificati (CRL)
Record di testo TXT Contiene informazioni di testo leggibili che possono essere preziose per le altre persone che accedono al server.

Storia

Il concetto di sistema di nomi di dominio è stato portato avanti dalla crescita di ARPANET che è stato sviluppato nel 1966 come un metodo efficiente di trasmissione di dati e informazioni tra centri di ricerca in tutta l'America.[6] Nel 1980, oltre 300 computer sono stati collegati attraverso il sistema e sono stati creati diversi siti. Gli hostname alfabetici sono stati incorporati nel sistema, eliminando la necessità per gli utenti di memorizzare gli indirizzi IP necessari per accedere ai server desiderati.

Tuttavia, man mano che il sistema continuava a crescere, divenne evidente la necessità di un sistema di gestione più centralizzato. Paul Mockapetris, che allora stava lavorando ad un sistema efficiente per l'organizzazione dei file nei computer, è stato in grado di proporre un nuovo metodo di denominazione dei siti web con l'aiuto dei suoi colleghi Jon Postel e Zaw-Sing Su.[7]

Questo sistema di nomenclatura prevedeva l'uso di un nome di sito specifico e di un nome di categoria. Il nome della categoria è quello che ora chiamiamo il nome di dominio di primo livello, mentre il nome del sito specifico appartiene al nome di dominio di secondo livello. Lo sviluppo di un sistema programmato per tradurre il nome di dominio del sito web nell'indirizzo IP necessario, ha eliminato la necessità per gli utenti di conoscere l'indirizzo IP del server al quale volevano accedere. Questo database organizzato è in crescita e attualmente conta più di 270 milioni di domini a partire da dicembre 2013.


  1. http://www.networksolutions.com/support/what-is-a-domain-name-server-dns-and-how-does-it-work/ ↩︎

  2. https://computer.howstuffworks.com/dns.htm ↩︎

  3. https://www.techopedia.com/definition/24201/domain-name-system-dns ↩︎

  4. https://www.verisign.com/assets/DNS101.pdf ↩︎

  5. https://ns1.com/resources/dns-types-records-servers-and-queries ↩︎

  6. https://www.livinginternet.com/i/iw_dns_history.htm ↩︎

  7. http://www.webhostingsearch.com/articles/history-of-domains-names.php ↩︎